Background Image
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prenota ora!
Arrivo
Partenza
 
Oppure scrivici
o telefonaci: +39 0462 601107

Tassa di Soggiorno

 

TASSA DI SOGGIORNO

Dal 1 novembre 2015 anche in Trentino sarà obbligatorio versare la tassa di soggiorno. Ecco i dettagli.

Riportiamo qui di seguito un estratto del "Regolamento di attuazione dell'articolo 16 bis della legge provinciale 11 giugno 2002, n° 8 (legge provinciale sulla promozione turistica) in materia di imposta provinciale di soggiorno".

Art. 2

Misura dell'imposta provinciale di soggiorno

  1. Fatte salve le esenzioni previste dall'articolo 3, l'imposta provinciale di soggiorno è dovuta da ogni persona che penotta nelle strutture ricettive ubicate nel treeitorio provinciale e si applica ad ogni pernottamento. Nel caso di soggiorni di durata superiore a dieci notti consecutive presso la medesima struttura ricettiva, l'imposta provinciale di soggiorno è corrisposta nella misura di dieci pernottamenti.
  2. L'imposta è determinata per ogni pernottamento nella misura di:
    1. <omissis>
    2. euro 1,00 per le strutture ricettive alberghiere previste dall'articolo 16 bis, comma 4, lettera a), della legge provinciale di classificate a tre stelle "superior" e tre stelle
    3. <omissis>
    4. <omissis>
    5. <omissis>
  3. <omissis>

Art. 3

Esenzioni

  1. Sono esenti dal pagamento dell'imposta provinciale di soggiorno:
    1. i minori fino al compimento del 14° anno di età
    2. coloro che ricevono terapie presso strutture sanitarie ospedaliere pubbliche e private accreditate, convenzionate con il servizio sanitario nazionale site sul territorio provinciale
    3. i soggetti accompagnatori di pazienti ricoverati nelle strutture sanitarie ospedaliere pubbliche e private accreditate, convenzionate con il servizio sanitario nazionale, ubicate nel territorio provinciale, nel limite di un accompagnatore per paziente
    4. gli operatori della protezione civile e il personale appartenente alle forze di polizia, alle forze armate e ai vigili del fuoco se alloggiano nelle strutture ricettive per esigenze di servizio
    5. i richiedenti protezione internazionale, i minori stranieri non accompagnati e le vittime di tratta temporaneamente accolti nelle strutture ricettive
    6. i soggetti che alloggiano in strutture ricettivea seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti eventi calamitosi o di natura straordinaria
  2. <omissis>
  3. <omissis>
  4. <omissis>

Art. 4

Attività di informazione

<omissis>

Art. 5

Versamento

  1. L'imposta provinciale di soggiorno è versata dal soggetto passivo entro l'ultimo giorno di permanenza nella struttura ricettiva ed è incassata dal sostituto d'imposta che rilascia quietanza di pagamento

Art. 6

Comunicazione e riversmento

  1. I gestori delle strutture ricettive comunicano a Trentino Riscossioni s.p.a. il numero di pernottamenti per i quali è dovuta l'imposta con l'indicazione di quelli esclusi e di quelli esenti rispettivamente ai sensi degli articoli 2, comma 1 e 3, l'imposta dovuta e incassata nonché i nominativi di coloro che non l'hanno versata con i relativi dati
  2. <omissis>
  3. <omissis>
  4. <omissis>
  5. <omissis>
  6. <omissis>
  7. <omissis>

Art. 8

Rimborsi

  1. Il soggetto passivo e il sostituto d'imposta possono richiedere a Trentino Riscossioni s.p.a. il rimborso delle somme indebitamente versate a titolo d'imposta provinciale di soggiorno entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento
  2. <omissis>

 

Il testo integrale del regolamento è scaricabile qui download pdf

 

Comunicazione ufficiale della Provincia Autonoma di Trento download pdf

Stampa Email

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la visualizzazione.

Detti cookie NON sono di profilazione. Alcuni cookie sono salvati da terze parti e potrebbero essere di profilazione. Nell'informativa estesa c'è descritta la procedura per evitarne la memorizzazione. Continuando la navigazione, si accetta l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo